Imágenes de páginas
PDF
EPUB

mezzo

blico sopraddetto, che a quanto di sopra è scritto sono stato presente col prefato Giovanni Nyns de Leon scrivano, innanzi ai detti Signori Uditori, unitamente ai detti testimonj, che vi sono stati presenti, e in vigore del detto comando e licenza dei detti Signori Uditori, insieme al detto Giovanni Nyñs scrivano, ho fatto scrivere ed estrarre questa copia della detta carta di privilegio del soprannominato Signor Re, con la detta autorità, in questi tre foglj, e

di

pergamena di cuojo, e più questo pezzo, nel quale ha da essere il mio segno, ed appiè d'ogni pagina va posto il mio nome; e ho collazionato questa copia con la suddetta carta originale di privilegio del detto Signor Re, unitamente al detto Giovanni Nyñs scrivano in presenza de' testimonii registrati in questa scrittura, i quali sono stati presenti alla detta collazione; e questa copia fu collazionata con la detta scrittura originale , d'onde fu estratta davanti ai testimonii stati presenti. In Venerdì, a' tredici del mese di novembre, l' anno della natività del nostro Salvatore Gesù Cristo mille quattrocento ottanta nove. Testimonii che furon presenti alla lettura e collazione della copia suddetta ricavata dalla detta scrittura: Alfonso de Valle, e Diego de Mesa, Alcaldi, e Nugno di Mendoza, e Fernando di Esquivel, e Giovanni de Montanos scrivano del Re nostro Signore, ed altri.

E io Gonzalo Garzia di Villa mayor scrivano di nostro Signore il Re, e suo notajo pubblico nella sua corte, e in tutti li suoi regni e dominii, sono stato presente insieme coi detti testimoni, a collazionare la detta copia con la detta scrittura, d'onde fu tratta; la quale ho fatta scrivere: in testimonianza di che ho fatto il mio segno in questo luogo:

GONZALO GARZIA Scrivano del Re.

(a) L'errata corrige del testo spagnuolo non potendo aver luogo nella versione italiana, si è da noi tralasciata ; ma per non mancare alla integrità di monumenti così preziosi, ne riportiamo appiè di pagina la traduzione corrispondente.

È scritto sopra la raschiatura in un luogo, dove dice porende grande galardon. E ove dice, e scritta dentro le linee. E dove dice qualquier navio. E dove dice en la dicha mar: e dentro le linee dove dice dicha, e sopra la raschiatura ove dice publico que para; e dentro le linee dove dice de; e dove dice de orgâz; e scritto sopra la raschiatura dove dice tenorio not.co; e scritto dentro le linee dove dice mi, e dove dice Juan Lopes. Ciò non sia d'impedimento. =

mand

DOCUMENTO

II.

En el nombre de la Sancta Trenidad y eterna Unidad, Padre e Fijo , Spiritu Sancto , tres personas realmente distintas en una esencia divina , que bive e reyna por siempre syn fin; e de la bien aventurada Virgen gloriosa Sancta Maria nuestra Señora su Madre, a quien nos tenemos por Señora e por abogada en todos los nuestros fechos, e a honrra e reverencia suya, e del bien aventurado apostol Señor Sanctiago luz e espejo de las Españas, patron e gujador de los Reyes de Castilla e de Leon ; y asy mesmo a onor y reverencia de todos los otros santos e santas de la corte celestial. Por

que aunque segundo natura non puede el ome complida mente conoçir que cosa es Dios

por

el mayor conoscimiento que del mundo puede ayer, puede lo conoçir viendo e contemplando sus maravillosas obras e fechos que fiso e fase de cada dia, pues que todas las obras por su poder son fechas, e por su saber governadas, e por su bondad mantenidas; y asì el ome puede entender que Dios es comienço e medio e fin de todas las cosas ; e que en el se encierra y el mantiene a cada uno en a quel estado, que las ordeno; y todas le han menester, y el no ha menester a ellas; y el las puede mandar cada que quesiere, segund su voluntad, y non puede caber en el que se mude , nin se cambie en alguna manera: El es dicho Rey sobre todos los Reyes, por que del han ellos nonbre, y por el reynan , e el los govierna, y mantiene : los quales son vicarios cada uno en su reyno, puestos por el sobre las gentes para los mantener en justicia, y en virtud temporal mente ; lo qual se muestra complida mente en dos maneras, la una dellas es spiritual, segund lo mostraron los prophetas , e los sanctos , a quien dio niestro Señor gracia de sabir todas las cosas ciertamente, e las faser entender : la otra manera es segund natura, asy como lo mostraron los omes sabios, que fueron conoscedores de las

II.

Nel nome della Santa Trinità ed eterna Unità, Padre, Figlio e Spi- DocuM. rito Santo, tre persone realmente distinte in una essenza divina che vive e regna per sempre senza fine; e della beata Vergine gloriosa Santa Maria nostra Signora, Madre di Lui, la qual noi tenghiamo per Signora ed Avvocata in tutte le opere nostre; e ad onore e riverenza di Lei, e del beato Apostolo Signore S. Giacomo, luce e specchio della Spagna, Protettore e Condottiere dei Re di Castiglia e di Leon; e similmente ad onore e reverenza di tutti gli altri Santi e Sante della Corte Celestiale. Benchè l'uomo, qualunque cognizione egli s’abbia del mondo, non possa perfettamente conoscere, secondo natura, che cosa è Dio, lo può conoscere vedendo e contemplando le opere maravigliose di Lui, e i fatti che fece e fa ogni dì; perciocchè tutte le opere per suo potere son fatte, e per la sua sapienza governate, e per sua bontà mantenute; e così l'uomo può intendere che Dio è principio , mezzo e fine di tutte le cose, e che in Lui si rinchiude, e che Egli conserva ciascheduno in quello stato, in che lo pose; e tutte le cose han di Lui bisogno, ed Egli di niuna; ed Ei le può comandare ogni qual volta gli piace, a sua volontà; e in Lui non può cadere mutazione nè cambiamento veruno : Egli è detto Re sopra tutti i Regi, perchè da Lui han nome, e per Lui regnano, ed Ei li regge e conserva: ognuno de' quali nel proprio Regno è Vicario posto da Dio sopra le genti a mantenerle in giustizia e in virtù, temporalmente. Tutto ciò si dimostra pienamente in due maniere: l'una è spirituale, come dimostrarono i profeti e i santi, a'quali nostro Signore diè grazia di sapere tutte le cose certamente, e farle intendere; l'altra maniera è da natura; siccome dimostrarono gli uomini savii, che naturalmente conobber le cose. Perciocchè i Santi dissero esser posto il Re sulla terra in luogo di Dio per esercitar la giu

el Rey

cosas natural mente. Ca los Sanctos dixeron que el Rey es puesto en la terra en el lugar de Dios para complir la justiçia , e dar a cada uno su derecho: y porende lo llamaron coraçon, y alma del pueblo, y asy como el alma esta en el coraçon del ome , e por el bive el cuerpo, y se mantiene, asy en el Rey esta la justicia, que es vida y mantenimiento del pueblo de su Señorio, y asi como el coraçon es uno, y por

el reciben todos los otros mienbros unidad, para ser un cuerpo; bien asi todos los del Reyno, maguer sean muchos , son uno , por que deve ser, y es uno, y por eso deven ses todos uno con el, para lo seguir, y ayudar en las cosas que ha de faser: y natural '

mente dixeron los sabios , que los Reyes son cabeça del reyno; por que como de la cabeça nacen los sentidos por que se mandan todos los miembros del cuerpo, bien asy por el mandamiento, que nace del Rey , que es señor, y cabeça de todos los del Reyno, se deve mandar, y gujar y lo obedesçer; y tan grande es derecho del poder de los Reyes , que todas las leyes, y los derechos tienen lo so su poderio, por que a quel non lo han de los omes, ma de Dios, cuyo lugar tienen en las cosas temporales: al qual entre las otras cosas principal mente pertenesçe amar, e honrrar, e guardar sus pueblos , y entre los otros señalada mente deve tomar e honrrar a los que lo meresçen por servicios, que les ayan fecho: y por ende el Rey , o el Prinçipe, entre los otros poderes que ha, non tan sola mente puede, mas deve faser gracias a los que la merecen por servicio que le ayan fecho, y por bondad che falle en ellos: y por que entre las otras virtudes anexas a los Reyes, segund dixeron los Sabios, es la justicia, la qual es virtud e verdad de las cosas , por la qual mayor e mas endereçada mente se mantiene el mundo, y es asy come fuente, donde manan todos los derechos , c dura por siempre en las voluntades de los omes justos, e nunca desfalleçe, e da e reparte a cada uno ygual mente su derecho; e comprehende en si todas las virtudes prinçipales, y nacen della muy grand utilidad, por que haze bivir cuerda mente, y en paz a cada uno, segun su estado, syn culpa e syn yerro; e los buenos se hasen por ella mejores , recabiendo galardones por los bienes que fisieron; e los otros por ella se endereçan stizia, e dare ad ognuno il suo dritto: e per questo lo dissero cuore ed anima del popolo; e come l'anima sta nel cuore dell'uomo, e per esso vive il corpo e si mantiene; così nel Re sta la giustizia, che è vita e conservazione del popolo de'suoi dominii; e siccome uno è il cuore, e per esso tutte le altre membra ricevon unità, per essere un corpo; similmente tutti quei del regno, quantunque molti, sono uno, perchè il Re debb'essere ed è uno; e per essolui tutti hanno da esser uno con Lui per seguirlo, e ajutarlo nelle cose che ha da fare. Naturalmente poi dissero i Savii, che i Re sono capo del Regno; essendochè, siccome dal capo derivano i sentimenti, pe' quali son governate tutte le membra del corpo; parimente pel comando che viene dal Re, Signore e capo di tutti quei del Regno, si debbon ordinare e reggere, e a Lui si vuol ubbidire. E tanto è grande il potere dei Re che tutte le leggi e i diritti tengono sotto della propria potenza; avendo questa non dagli uomini, ma da Dio, del quale tengono il luogo nelle cose temporali. Al Re, tra le altre cose, principalmente appartiensi, amare, onorare e conservare i suoi popoli; e tra gli altri dee segnatamente aver riguardo ed onorare coloro che lo meritano per servigii che gli abbian fatto: è perciò il Re o il Principe, tra gli altri poteri ch'egli ha, non può soltanto, ma dee, conceder grazie a coloro che le meritano per avergli fatto servizio, o per bontà che in essoloro si trova. E perchè tra le altre virtù proprie dei Re, a detta de Savii, è la giustizia, che è virtù e verità delle cose, per cui meglio e più dirittamente si mantiene il mondo; ed è pure quasi una fonte, da cui scaturiscono tutti i dritti; e per sempre mantiensi nella volontà degli uomini giusti, e non vi manca giammai; ella dà e ripete a ciascheduno suo dritto, ella comprende in sè tutte le virtù principali; da lei nasce grande utilità, perchè fa vivere ognuno saviamente, ed in pace secondo il proprio stato, senza colpa e senza errore; e i buoni per essa si fan migliori ricevendo guiderdone delle buone azioni da lor fatte; e gli altri si raddrizzano per lei e si emendano. La qual giustizia contiene in sè due parti principali; l'una è commutativa tra uomo ed uomo; e l'altra distributiva, nella quale consistono i guiderdoni e le rimu

Cod. Dip.

F. 7.

« AnteriorContinuar »